Pane con farina tipo 1 orzo, farro e semi di lino

1.4K

Usare la farina tipo 1 per creare dei blend è l’ideale. Guardate un po’ questa ricetta!

Volete cimentarvi nell’usare diverse farine tra loro per fare un impasto con un gusto particolare? Io vi consiglio la farina di tipo 1 che garantisce un gusto non eccessivamente marcato come la tipo 2 o l’integrale che si sposa benissimo con altre tipologie di farine con quella d’orzo e di farro.

Quando si fanno i mix di farine bisogna sempre tenere presente che farine diverse vuol dire differente grado di assorbimento dell’acqua. Ecco perchè è opportuno sempre ed in particolare in questi casi, mettere l’acqua a filo aspettando che venga via via assorbita dall’impasto prima di continuare a versarla. In questo modo siete sicuri che l’impasto si incordi adeguatamente!

Pane con farina tipo 1, orzo, farro e semi di lino

Mischiando le farine tra loro si ha una gamma di sapori che altrimenti non si avrebbe. In questo caso ho voluto mischiare tre farine molto diverse tra loro e in più inserire i semi di lino che ho fatto preventivamente tostare in modo che rilasciassero il loro aroma all'interno dell'impasto.

  • 150 g farina tipo 1 (W 300)
  • 70 g farina di farro
  • 50 g farina d'orzo
  • 2 cucchiai semi di lino
  • 80 g licoli
  • 80% acqua
  • 10 g sale
  1. versare tutta la farina setacciata all'interno di un contenitore assieme all'acqua e al licoli

  2. mischiare il composto formando un impasto umido e appicicaticcio

  3. coprire l'impasto e lasciarlo riposare 20, 25 min

  4. riprendere a impastare sempre in una ciotola inserendo tutti gli altri ingredienti fino ad amalgamarli tutti

  5. ricoprire l'impasto e lasciarlo riposare 20, 25 min

  6. ribaltre l'impasto sul banco da lavoro e continuare ad impastarlo energicamente per 5 minuti circa

  7. lasciarlo riposare per altri 20 25 min,

  8. procedere con le pieghe di rinforzo per almeno 4 volte, intervallate da 30 minuti di riposo

  9. riporre l'impasto in un contenitore possibilmente piu alto che largo e lasciarlo lievitare sino al raddoppio

  10. riprendere l'impasto delicatamente evitando di sgonfiarlo e formarlo della pezzattatura desiderata

  11. infornare a 250°C per 10 min

  12. ridurre la temperatura a 220°C per 40 50 min in funzione della pezzatura realizzata

Le ore di lievitazione sono indicative, non è possibile stimare con esattezza la tempistica perchè dipende da molti fattori come ad esempio la salute del lievito madre .

In questa foto ho condito il pane realizzato con due belle fette di prosciutto crudo. La salinità del companatico si sposa benissimo con il gusto sprigionato dal blend di farine 

 

Nel caso ti fosse piaciuta questa ricetta, ti consiglio di guardare anche queste di il pasto nudo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close
Barbacuoco © Copyright 2020. Tutti i diritti sono riservati
Close